Doppio gioco,

doppio inganno

giallo comico

in due atti e sei doppiaggi

di tonio logoluso

tonio logoluso
tonio logoluso

carmen filannino
carmen filannino

pino cacace
pino cacace

tonio logoluso
tonio logoluso

1/6

All I want

for Christmas is you

(Mariah Carey

è disponibile il dvd

dello spettacolo completo

Tutto il doppio fa spettacolo

C'è sempre un'immagine del doppio legata al mondo dello spettacolo. E considerato che la figura dell'attore è la forma per eccellenza della finzione legalizzata, ecco che lo spaccato nella vita dei due attori-doppiatori (Dodo e Lele), costretti per sbarcare il lunario a fare i baby-sitter al neonato di famiglia di un ricchissimo imprenditore, ci porta ad analizzare i differenti modi di affrontare questa realtà così complessa e cinica. Uno (Lele) ha grande dignità e controllo delle emozioni, l'altro (Dodo) è isterico, volubile, emotivamente fragile e disposto a facili compromessi.

In realtà una metafora universale aleggia ovunque: la vita ci porta a dar conto alla nostra coscienza delle nostre azioni in virtù dello spessore morale che ci appartiene e non certo per la professione che svolgiamo. Tutto questo lo ritroviamo nell'ambito di una commedia noir dove la forma del giallo (l'assassinio di un onorevole venuto a far visita all'imprenditore) si mescola a quella che stilisticamente è una commedia di costumi coi tempi frenetici del vaudeville.

Isterismi, nevrosi (come nella grande tradizione comica), ritmo vertiginoso e dialoghi serrati si inseriscono in una cornice ricchissima di comicità e colpi di scena, sullo sfondo dei grandi giochi sommersi della politica e dellalta finanza, dove le due donne coinvolte nell'azione portano quel tocco di perfido opportunismo nella descrizione di una società sempre più protesa al raggiungimento di obiettivi senza scrupoli, in nome del potere e del dio denaro.

Due ore di gran divertimento, con i personaggi che vivono tutti una realtà doppia e ingannatrice (da cui anche il titolo), e sei spassosissimi filmati, doppiati dai protagonisti in scena, ad arricchire ulteriormente la situazione in una forma multimediale.

di Tonio Logoluso